Crea sito

“RISK ON E RISK OFF”

Prima ancora  di assumere una decisione di ingresso su un singolo mercato non posso fare a meno di   valutare anche  i movimenti di altri mercati  per avere una visione contestualizzata del quadro di riferimento intermarket che potrebbe validare o invalidare l’idea del trade.

Chiaramente mi riferisco a idee di trading di medio lungo periodo perchè nel breve periodo questa modalità di analisi può fallire , come senza ombra di dubbio  ,essendo i mercati imprevedibili  la certezza non esiste neppure  sul lungo periodo.

E’ pacifico che mi riferisco alle Correlazioni perchè alcuni strumenti essendo  legati tra di loro , quando si muovono in una direzione  preannunciano il movimento di un altro stumento  nella stessa direzione oppure direzione contraria.

E’ chiaro che non è facilmente prevedibile in che tempistica si  possa realizzare la correlazione o decorrelazione però non trascuro di tenere bene a mente alcuni principi importanti  che mi aiutano nelle mie idee di trading.

principio-vasi-comunicanti

Vi state domandando a che titolo ho postato l’immagine di cui sopra , la logica è nel Principio dei Vasi Comunicanti.

E’ importante sapere che i Flussi Finanziari  tra i vari settori finanziari sono in continua rotazione e che nei fatti la massa monetaria si sposta da un mercato all’altro e quindi tutto ciò che si VENDE  necessariamente  viene indirizzato in altro mercato dove si COMPRA.

I SETTORI CHE MAGGIORMENTE RISENTONO DI QUESTI TRAVASI SONO:

AZIONARIO ( compresi indici di borsa)

indici-di-borsa

I BENI RIFUGIO

gold-fisico

argento-fisico

BENI LIQUIDI ( OBBLIGAZIONI)

eurobond

FOREX

forex

A questo punto chiarisco più semplicisticamente il concetto di

RISK ON ( Mercato ottimista)

sorriso

RISK OFF ( Mercato pessimista)

pessimista

Mi rendo conto che i due termini possono creare un poco di confusione facendo la traduzione letterale

Rischio acceso e Rischio Spento  ma vi giuro che :

RISK ON significa assenza di rischio , quindi  propensione degli investitori a  investire in strumenti finanziari rischiosi

assenza-di-rischio

RISK OFF significa presenza di rischio e quindi avversione degli investitori a investire in strumenti finanziari rischiosi

rischio

Riepilogo :

Con l’avversione al Rischio gli investitori VENDONO gli strumenti rischiosi  , quindi quando il mercato Azionario è Risk OFF c’è un travaso nel mercato dei beni rifugio .

In particolare se il mercato azionario ( e indici relativi)  scende ( è down) di conseguenza il mercato dell’Oro e dell’Argento sale ( è Up) e alternativi sale.

per cui :

freccia-uporo-e-argento

freccia-giuborsa

Viceversa

Con la propensione  al Rischio gli investitori VENDONO gli strumenti del settore Rifugio ( Oro, Argento e strumenti alternativi ) e  c’è un travaso negli strumenti rischiosi ( Azionario -Indici)

freccia-giuoro-e-argento

freccia-upborsa

Consiglio a tal riguardo di osservare sempre l’andamento dell’indice più rappresentativo   S&p500 e farsi una idea per comprendere in quale mercato siamo RISK ON oppure RISK OFF e valutare il da farsi.

Ora un discorso a parte merita il mercato dei cambi   il FOREX e il GOLD

iL GOLD è un metallo prezioso che viene scambiato in dollari americani e diventa maggiormente attrattivo al diminuire del valore della moneta americana e viceversa.

 

freccia-uporo

freccia-giucarta-usd

e viceversa

freccia-upcarta-usd

freccia-giuoro

 

Anche la moneta AUSTRALIANA è legata al GOLD in quanto è paese esportatore di Oro

per cui

freccia-uporo

si esegue operazione Long  AUD /USD

freccia-upaudusd-coppia

e se

freccia-giuoro

si esegue operazione SHORT AUDUSD

freccia-giuaudusd-coppia

In tutto questo scenario non può mancare l’oro nero : il Petrolio

che influenza non poco l’andamento dei prezzi delle  divise dei paesi importatori ed esportatori  di tale

commodity  cioè  Dollaro Canadese,Dollaro  Americano .

freccia-uporo-nero

si esegue operazione Short USDCAD

freccia-giuusdcad-coppia

e viceversa

freccia-giuoro-nero

 

si esegue operazione long

freccia-upusdcad-coppia

 

Nel forex il passaggio da una fase di RISK ON (Mercato Ottimista) ad una fase RISK OFF (Mercato Pessimista) viene certificata dalla moneta americana.

Per cui :

Quando il Dollaro Americano si Apprezza cioè occorrono meno dollari per acquistare altre valute siamo in una fase RISK ON  e quando si deprezza siamo in una fase di RISK OFF

per cui le fasi RISK ON e RISK OFF sul mercato azionario COINCIDONO con le stesse fasi sul FOREX.

Non posso trascurare in questa analisi anche altre valute di seguito evidenziate :

La valuta Giapponese  (JPY) e Franco Svizzero (CHF)

Quando il mercato è in una fase di Avversione al Rischio   ( RISK OFF) gli investitori

si rifugiano  nelle seguenti valute acquistandole:.

freccia-upjpy-moneta

 

freccia-upmoneta-svizzera

freccia-upcarta-usd

Quando invece il mercato è in una fase di Propensione al rischio ( RISK ON) gli investitori si rendono disponibili ad investire nel mercato azionario, e nelle valute legate da una correlazione positiva con le commodities e cioè AUD,NZD e il CAD  .

Quindi

freccia-upaud-valuta

freccia-upnew-zeland

freccia-upbanconota-canadese

Un esame a parte  merita la  relazione  tra Mercato Azionario ( INDICI)  , JPY  e CAD

La valuta  giapponese si apprezza quando il mercato azionario giapponese si deprezza e quindi è una divisa RISK OFF .

Quasi in contemporanea  il CAD si muove inversamente  al movimento dello JPY  e quindi è una valuta  RISK OFF

Nei fatti in un quadro tecnico intermarket RISK OFF (Avversione Al Rischio)

il rapporto CAD JPY

freccia-giucadjpy-figura

Premesso tutto ciò concludo che la mia operatività multiday  filtra i pattern restituiti dai grafici ( candele giapponesi) con il  quadro intermarket e i rapporti di forza tra le valute .

quadro-completo-forza-o-debolezza-valute

Avviso di rischio – Questo Blog ha esclusivamente finalità didattiche. Quanto descritto e spiegato sul funzionamento del Forex, opzioni binarie o digitali e opzioni vanilla o tradizionali non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento né come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio.
I risultati presentati – reali o simulati – non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L’attività di trading comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto l’amministratore del presente blog non si assume alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore dopo aver letto un articolo qui pubblicato. La presente nota informativa viene fornita in conformità alle norme prescritte dagli organi di controllo (Authority) dei mercati finanziari.
Il trading viene eseguito tramite dei CFDs che sono prodotti a leva finanziaria; tali prodotti possono dar luogo a perdite che possono eccedere il capitale inizialmente versato. L’attività di trading con i CFD non e’ adatta a qualsiasi tipo di utente, per questo motivo e’ di fondamentale importanza che il cliente comprenda i rischi che l’attività di trading comporta. Si consiglia di esercitarsi su Conti Demo al fine di sperimentare le proprie capacita’ di apprendimento al fine di non azzerare conti con denaro reale.

Tutte le informazioni su questa pagina sono soggette a modifiche. Il trading comporta il rischio di perdite di denaro: il trader dovrebbe pertanto considerare attentamente le proprie decisioni, tenendo in considerazione tale possibilità, e utilizzare solo fondi non necessari. Tutte le opinioni, notizie, ricerche, analisi, prezzi o altre informazioni contenute in questo blog e fornite dall’amministratore del Blog o da terze parti sono pubblicate come commento generale di mercato e non costituiscono consulenza sugli investimenti

Si precisa quanto segue:

L’ eventuale analisi tecnica rilasciata e pubblicata a titolo gratuito su questo blog e su Social gruppi ad esempio Telegram , WhatsApp , Facebook , Twitter e altri non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dall’articolo 1 comma 5 septies del decreto legislativo 58/98, così come modificato dal decreto legislativo 167/2007.

Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale.

Pertanto le analisi, i segnali operativi ed ogni altra informazione o articolo pubblicato hanno carattere puramente informativo e non costituiscono in alcun modo consulenza finanziaria, né costituiscono sollecitazione del pubblico risparmio, di conseguenza tutti i contenuti in sopra riportati vanno intesi come pure e semplici opinioni personali dell’Autore.

Ogni utente utilizzerà sotto la propria responsabilità le informazioni fornite all’interno delle comunicazioni e pertanto si ribadisce che gli Autori si sollevano da ogni responsabilità, per danni diretti o indiretti conseguenti all’uso delle informazioni, indicazioni e link suggeriti e contenuti