Crea sito

IL TRADING E’ UN LAVORO: richiede studio, impegno e…..

Care amiche e amici,
quante volte avete sentito dire la frase : “Tu giochi  in Borsa ? “
Io rispondo “NO!! “io non gioco in borsa  perchè   il trading è un lavoro e come tale lo affronto e lascio ad altri  giocare   perchè effettivamente ci sono persone  che non affrontano il trading come lavoro.
Il Trading è lavoro che richiede studio, impegno  e applicazione di metodi operativi  che unitamente ad una gestione oculata del Money Management risultino  da un punto  di vista statistico vincenti
Per lavoro intendo  studiare e applicare una strategia che possa prevedere anche  una via  di fuga nel caso in cui  l’operazione non vada nella direzione auspicata.
Occorre sempre ragionare con la propria testa  senza seguire in modo PASSIVO una decisione di altri.
Qui nel blog ci sono tante pagine dedicate a tanti metodi  occorre solo ricercare il “vestito a misura” per il proprio stile di trader .
Io mi sono cucito addosso un Vestito e chi segue la mia operatività  nei canali Telegram avrà compreso che cerco di comprare da Minimi e Vendere dai massimi e a tal uopo qui nel blog trovate anche un Webinar ad “hoc”  anche se poi con il trascorrere dei mesi implemento delle modifiche per tentare sempre di migliorare l’operatività  e anche questo fa parte del “Lavoro” .
Ora posto un grafico esplicativo

Dopo una salita la coppia NZDJPY ha registrato un picco massimo dove dopo una fase di congestione è partito il treno short .( Fase di Distribuzione )
Dove posizionare lo stop loss ( via di fuga)?
Il modo corretto è posizionarlo sul livello di Resistenza Primaria ( punto 2)  cercando sempre una adeguata proporzione tra il Rischio assumendo e il Guadagno Potenziale sempre superiore a 1/1;
Ora nell’attualità la coppia dopo una discesa ha registrato un picco minimo dove insiste in una fase di Congestione .
Il trend continuerà la discesa oppure riprende la salita ??
Questo non lo possiamo prevedere per cui è probabile che possa risalire  per cui….
lascio al lettore  l’analisi , lo studio e la via di fuga.
A titolo di studio ed esame  posto tre grafici a chiusura Daily  15 Novembre  che hanno registrato Minimi importanti , cosa potrà accadere ?
Ho scelto questi tre grafici tra 28 perchè gli altri residui  non hanno caratteristiche
adeguate al mio stile che ho dichiarato prima ( acquistare dai minimi e vendere dai massimi )
1.Potranno ancora albergare nella zona di Accumulo;
2.Potranno partire Long ;
3.Potranno registrare nuovi minini ;
Quindi il mio lavoro è stato ricercare mercati idonei al mio stile e questo è possibile solo a fine giornata per chi esamina grafici Daily, a fine settimana per graficio W , fine mese per grafici Mensili e così vale per ogni sessione temporale in frattalità.
Osservo che il CAD è al denominatore in due grafici dove è stato comprato e AUD al numeratore in 2 grafici dove è stato venduto.
La mia idea Reversal dovrà incontrare VENDITA DI CADACQUISTO DI AUD  e  NZD 
Dal piano di Trading definitivo Centralbank  rilevo che  AUDCAD Short
AUDUSD  Non confermato e NZDCAD Short, quindi devo abbandonare la mia idea di Longhista ?
Io dico di No , non prenderò in esame i Grafici Daily perchè il RR sarebbe troppo alto però una operatività Long di Correzione dei prezzi sui tf più bassi posso prenderla in esame  per cui  se ricevo alert dal canale semaforo Nuovi minimi ( 1500 candele con la sinistra libera ) Seguirò con Range bar dei Long con Stop loss molto stretti. Poi eventuali Short al raggiungimento prezzi di cui Analisi Settimanale Centralbank .( non sarebbe una vendita dai massimi ma è sempre una vendita a prezzi migliori , poi se il prezzo continua a salire va bene il trailing stop dell’operazione long  di cui Semaforo )  
Questa è una sintetica evidenza del perchè  per me il Trading è un lavoro.
,
 Avviso di rischio – Questo Blog ha esclusivamente finalità didattiche. Quanto descritto e spiegato sul funzionamento del Forex, opzioni binarie o digitali e opzioni vanilla o tradizionali non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento né come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio.
I risultati presentati – reali o simulati – non costituiscono alcuna garanzia relativamente a ipotetiche performance future. L’attività di trading comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilità, pertanto l’amministratore del presente blog non si assume alcuna responsabilità circa eventuali danni diretti o indiretti relativamente a decisioni di investimento prese dal lettore dopo aver letto un articolo qui pubblicato. La presente nota informativa viene fornita in conformità alle norme prescritte dagli organi di controllo (Authority) dei mercati finanziari.
Il trading viene eseguito tramite dei CFDs che sono prodotti a leva finanziaria; tali prodotti possono dar luogo a perdite che possono eccedere il capitale inizialmente versato. L’attività di trading con i CFD non e’ adatta a qualsiasi tipo di utente, per questo motivo e’ di fondamentale importanza che il cliente comprenda i rischi che l’attività di trading comporta. Si consiglia di esercitarsi su Conti Demo al fine di sperimentare le proprie capacita’ di apprendimento al fine di non azzerare conti con denaro reale.

Tutte le informazioni su questa pagina sono soggette a modifiche. Il trading comporta il rischio di perdite di denaro: il trader dovrebbe pertanto considerare attentamente le proprie decisioni, tenendo in considerazione tale possibilità, e utilizzare solo fondi non necessari. Tutte le opinioni, notizie, ricerche, analisi, prezzi o altre informazioni contenute in questo blog e fornite dall’amministratore del Blog o da terze parti sono pubblicate come commento generale di mercato e non costituiscono consulenza sugli investimenti

Si precisa quanto segue:

L’ eventuale analisi tecnica rilasciata e pubblicata a titolo gratuito su questo blog e su Social gruppi ad esempio Telegram , WhatsApp , Facebook , Twitter e altri non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dall’articolo 1 comma 5 septies del decreto legislativo 58/98, così come modificato dal decreto legislativo 167/2007.

Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale.

Pertanto le analisi, i segnali operativi ed ogni altra informazione o articolo pubblicato hanno carattere puramente informativo e non costituiscono in alcun modo consulenza finanziaria, né costituiscono sollecitazione del pubblico risparmio, di conseguenza tutti i contenuti in sopra riportati vanno intesi come pure e semplici opinioni personali dell’Autore.

Ogni utente utilizzerà sotto la propria responsabilità le informazioni fornite all’interno delle comunicazioni e pertanto si ribadisce che gli Autori si sollevano da ogni responsabilità, per danni diretti o indiretti conseguenti all’uso delle informazioni, indicazioni e link suggeriti e contenuti.